Icon-biscione_marketing umanistico

Vuoi essere in sintonia col tuo mondo?

Marketing umanistico

“Nel marketing umanistico ci si relaziona con i clienti in quanto esseri umani completi, con una mente, un cuore e uno spirito. Non ci si limita a soddisfare le esigenze funzionali ed emotive dei clienti, ma si risponde anche alle loro ansie e desideri latenti.”
Così Philiph Kotler parla del marketing umanistico, che considera un approccio potente, il più adatto ai nostri tempi, naturale evoluzione del marketing imperniato sul cliente (Marketing 2.0) e di quello ancor prima focalizzato sul prodotto (Marketing 1.0).

Come sempre le concettualizzazioni di Kotler sono utili, ma forse, più che un approccio collocato nel tempo, possiamo pensare il marketing umanistico come un orientamento da sempre presente nella buona comunicazione.

È umanistica la pubblicità di Bill Bernback, per esempio, e siamo gli anni ‘50. È umanistica certa buona creatività italiana anni ‘80. E oggi sono umanistiche tutte quelle comunicazioni che guardano al mercato non come un territorio da colonizzare ma come una piazza su cui si fanno scambi che rispettano le persone e i contesti.

Per vocazione e storia, il nostro modo di lavorare è umanistico. Questo ci porta a cercare in ogni progetto di comunicazione il punto di equilibrio tra quello che serve a raggiungere l’obiettivo concreto (che può essere vendere, informare, spiegare, convincere, ...) e quello che arricchisce la relazione con i destinatari (comunicando la proposta di valore complessiva dell’impresa, la sua individualità, i suoi segni distintivi).

La comunicazione (anche quella commerciale) contribuisce a creare rappresentazioni del mondo che influenzano la vita delle persone. Noi vogliamo che il nostro lavoro faccia sentir bene le persone: le informi, le intrattenga, faciliti l’apertura di conversazioni interessanti. Per questo vigiliamo sulle parole e le immagini che scegliamo, cercando di restare distanti da stereotipi e banalità. Seguiamo l’evoluzione attraverso cui il linguaggio comune, e anche quello amministrativo e istituzionale, cerca di rispondere alle differenze culturali e di genere: le parole non sono mai neutre.

Le questioni aperte

  • Come rendere efficaci e interessanti le conversazioni con i potenziali clienti?
  • Come ottenere in 15 secondi attenzione su una malattia rara e difficile da diagnosticare?
  • Come rendere relazionale un documento obbligatorio come la carta dei servizi sanitari?
  • Come sintetizzare per un pubblico di non esperti lo studio di impatto di un progetto non profit?
  • Ho un convegno importante. Come costruire un intervento memorabile?

I Temi

  • Contenuti informativi e documenti obbligatori (carte dei servizi, bilanci) più usabili e piacevoli
  • Strumenti a supporto della vendita
  • Piani di comunicazione multicanale e multimediali

Gli strumenti che utilizziamo

Content strategy | web site | Mappe visuali dell’offerta | Videopresentazioni | Video e motion graphic | Editoria aziendale | Brochure e documenti su carta e digitali.

Disegno strategico dell’offerta

Per visualizzare il valore di quello che l’azienda offre al mercato.

Portare all’interno dell’impresa consapevolezza e nuovi punti di vista Mettere a punto e raccontare l’offerta in un modo visuale: le funzioni che svolge, i problemi che risolve, i vantaggi che porta ai diversi destinatari. Realizzare strumenti di vendita potenti.

Gli strumenti

Interviste, analisi desk, semiotica, workshop, valutazioni esperte, visual thinking, infografica.

Il progetto

  • Interviste al management e analisi di obiettivi strategici, offerta attuale, concorrenza, mercati, storia/e
  • Disegno generaledei prodotti e servizi che l’azienda offre ai diversi destinatari: connessioni tra i prodotti e i rami di offerta, opportunità e aree da illuminare/nodi da sciogliere
  • Elaborazione degli output: dalla big picture al dettaglio
  • Messa a punto di strumenti di comunicazione e format adatti a mettere in luce il valore dell'offerta: web | carta | video | training | case study | videopresentazioni | storytelling.

Output

Mappa visuale dell’offerta dell’azienda, declinata per i diversi pubblici. Il disegno dà vita a diversi output: infografica, motion graphic, poster, video, case study.

Gli obiettivi

  • Integrare i diversi punti di vista aziendali in un disegno unitario, orientato ai mercati
  • Visualizzare in modo naturale ed efficace il valore dell’offerta aziendale
  • Organizzare i diversi strumenti attraverso cui comunicare l’offerta.
PitchMap-BiscioneAssociati_400

Il nostro lavoro in una mappa

Cercavamo un modo per raccontare in modo visuale il nostro lavoro e ci siamo incantati di fronte alla semplice potenza…
i-maggiordomi

Tra presentare e padroneggiare c’è di mezzo il maggiordomo

A volte, presentando concetti o metodi, ci comportiamo come il maggiordomo: apriamo la porta di casa, ma non ci comportiamo…
everlane-300x300

Datemi una differenza, e vi solleverò il mondo. Parliamo di trasparenza

In un mondo affollato, l’attenzione è merce rara. Rendersi visibili è difficile e in fondo non serve, se manca una…
Carousel-Mad-men

Instagram, la nostalgia è sempre quella di una volta

Alla fine è vero, le tecnologie e le innovazioni che ci piacciono di più sono quelle che ci fanno restare…
Le-generazioni-spiegate2

Le Generazioni spiegate – Promemoria per orientarsi

Con generazione identifichiamo il gruppo di individui che, vissuti nello stesso periodo e segnati dagli stessi eventi, condividono un’esperienza socio-culturale…
9119909001386296-e1463385352548

Se mi racconti, esisto

Quattro pensieri e una riflessione sulla comunicazione di business nati dalla lettura di Tu che mi guardi, tu che mi…
GIVENCHY-BY-RICCARDO-TISCI-FW15-16-donatella-vogue-25jun15-pr_b_592x888-copy

La bolla dell’autenticità è scoppiata: viva la marca-persona

Servono nuove tattiche per comunicare e stabilire contatti. Uno dei modi è attivare la marca-persona: i miei concorrenti più pericolosi…
Biscione Associati Wittgenstein

L’uomo è un animale cerimoniale-Wittgenstein

Qual è il motivo per cui una tribù indigena mette in scena rituali magici? Perché sant’Agostino prega? Secondo Wittgenstein, perché…
Stuart-McArthurs-Universal-Corrective-Map-of-the-World-1-1

Cambiare prospettiva cambia il mondo

Vista dallo spazio, la Terra non presenta né un sotto né un sopra; nord e sud non hanno posizione fissa.…
biscione-associati-storytelling-tostapane

Storytelling. Conoscere per narrare

A volte, i modi di dire confondono le acque. Quando diciamo “non raccontarmi storie” intendiamo “non dirmi bugie”. Ma, in…
Racconti, molecole e cose buone da pensare

Vita da millennials. Racconti, molecole e cose buone da pensare

Dall’intervento di Giuseppe De Rita che ha concluso il convegno “Vita da Millennials”, abbiamo estratto tre spunti di riflessione. Li…
contenuti di valore

Cartoons

Martedì, 26 gennaio 2016, una comunicazione sostenibile pensata per ecosistemi che sono in equilibrio dinamicamente stabile.
bisc_logo-rgb-07

Marketing umanistico, comunicazione responsabile.

Contatti

Email: info@biscioneassociati.it
Tel. (+39) 02 5831 5250
Fax (+39) 02 5831 9427

Indirizzo

Biscione Associati srl
Via Antonio Caccianino, 3
20131 Milano

© 2019 Biscione Associati s.r.l. - P. IVA 12432570153 - Note Legali - Privacy e Cookie - Web by Cooldesign